Stemma Coro ANA dell'Adda
Foto Coro ANA dell'Adda
 
4 Novembre (Sabato)
Calolziocorte - Lavello

Ore 15.00 Corteo e S.Messa
 
05 Novembre (Domenica)
Olginate

Ore 9.30 Commemorazione caduti
 
12 novembre (domenica)
Sala al barro

per protezione civile ama Lecco
 
18 novembre (sabato)
Bergamo campagnola

Ore 18.00 S. Messa in ricordo morti sez. Bergamo
 
12 Dicembre (martedi)
Monastero Sabbioncello Merate

Ore 20.00 S. Messa
 
14 Dicembre (giovedi)
Garlate

Ore 20.00 S. Messa per i morti alpini prov. Lecco
 
16 Dicembre (Sabato)
Nava

Ore 21.00 Concerto di Natale con Coro Grigna e Coro di Nava
 
17 Dicembre (Domenica)
Capiate Olginate

Ore 21.00 Concerto di Natale con coro Grigna in memoria di Marco Stucchi. I raccolti andranno all'Associazione Paolo Belli

 
 
 
 

Nuovo Video




 
 
...........................................................................................................................



Dagli atti del Convegno:"il patrimonio culturale della Valle S. Martino" svoltosi nel Monastero di S.MARIA del LAVELLO.


Il ponte di OLGINATE fu' senz'altro luogo ideale di attraversamento dell'Adda preferito a LECCO (e forse anche a Brivio).
Fin dalla seconda meta' del XVIII secolo (precisamente nel 1755,anno durante il quale furono distrutti i piloni in mezzo all'Adda al fine di migliorare lo scorrimento delle acque) e dai primi del 1800, e' nota la presenza,nel restringimento del tratto del fiume tra la sponda di Olginate e di Calolziocorte,di un ponte di eta' romana,i cui ruderi,(ancora oggi ben visibili quando il fiume scema in deflusso)evidenziano cinque piloni,una diga,un frammento di strada ed esso collegato ed un pilone in cui pero'si e' messo in dubbio l'autenticita.
Ponte di =Olginate prima e dopo

I cinque piloni appaiono di forma esegonale con una distanza media fra loro di 4,50 m.,sono gli unici superstiti di una stuttura che doveva contarne 16-18 per una lunghezza totale di circa 150 m. ed una carreggiata di 4 m. di larghezza.
Sulla sponda orientale, di forma leggermente arquata,una diga costituiva il muro repellente a difesa della spalla del ponte. La strada, rinvenuta anch'essa nei pressi della sponda orientale dell'ADDA, si presentava costruita con grossi massi misti a ghiaia su cui poggiava la massicciata in breccia e calce......


Resti del ponte sull'Adda a cura di Fabio Bonaiti.

 



 
 
 
 
 
 
     
  2011 - Coro ANA dell'Adda
HOME | COMPONENTI | REPERTORIO | GALLERIA FOTOGRAFICA | AMICI DEL CORO | IL PONTE | CONTATTI
 
     
Contatti
Utenti online